News

Lavoro accessorio (voucher): previsto il rimborso per i versamenti effettuati dopo il 17 marzo 2017 per i voucher telematici.

L’INPS, con il messaggio 14/04/2017 n.1652, facendo seguito al comunicato con il quale il Ministero del lavoro ha chiarito che i voucher, nel periodo compreso tra il 17 marzo u.s. e il 31 dicembre p.v., possono essere utilizzati continuando ad osservare le disposizioni abrogate dal DL 25/2017, ha ricordato che non è possibile registrare tramite la procedura telematica del lavoro accessorio prestazioni lavorative se i buoni lavoro sono stati acquistati dopo il citato 17 marzo.

Invece, per tutti i buoni lavoro per i quali la procedura di acquisto si sia perfezionata entro il 17 marzo 2017 sarà possibile per i datori di lavoro procedere all’utilizzo e alla comunicazione delle prestazioni lavorative, che dovranno essere svolte non oltre il termine ultimo del 31 dicembre 2017.

Per la riscossione da parte del prestatore rimangono validi i precedenti termini dalla data di emissione di 24 mesi per i voucher postali, di 12 mesi per i voucher distribuiti dai tabaccai abilitati e Banche popolari.

L’INPS evidenzia che, per i soli voucher telematici, acquistati con bollettino postale, bonifico, F24 e sito internet, dopo il 17 marzo 2017, non potendo essere utilizzati, verranno rimborsati a cura delle strutture territoriali dell’Istituto previdenziale, previa verifica del regolare afflusso dei fondi.

Poiché per tale finalità è necessaria la predisposizione di apposito applicativo informatico, con successivo messaggio INPS verranno fornite indicazioni per la gestione e le modalità dei rimborsi.

Il Messaggio ricorda anche che fino alla data del 31 dicembre 2017 sarà possibile utilizzare i buoni lavoro acquistati dalla Regione Toscana entro la data del 17 marzo 2017 per l’esecuzione del progetto regionale “Pronto Badante”, in attuazione della Convenzione approvata con Determinazione presidenziale n. 8 del 2 aprile 2015 e rinnovata con Determinazione presidenziale n. 63 del 07 marzo 2017.

Le strutture territoriali dell’INPS non acquisiranno in procedura bollettini relativi a versamenti sul conto corrente postale n. 89778229 finalizzati all’acquisto di voucher telematici del lavoro accessorio aventi data di versamento successiva al 17 marzo 2017.

Inoltre, anche per l’acquisizione dei bollettini postali aventi data di versamento fino al giorno 17 marzo 2017 la procedura non permette l’acquisto se i dati non risultano conformi rispetto ai flussi di informazioni acquisite negli archivi.

Infine, nel caso i datori di lavoro formulino nuove richieste di registrazione di bonifici effettuati sul medesimo conto corrente postale n. 89778229 aventi data di pagamento fino al 17 marzo 2017, le sedi INPS dovranno inoltrare copia del pagamento tramite casella istituzionale lavorooccasionale.DG@inps.it. L’acquisizione verrà effettuata a livello centrale.

(Fonte: Lavorofacile.it)

Leave a Reply